INTERVISTA ALLO CHEF STELLATO MATTEO METULLIO

Km 0 o Km Vero?
Intervista allo Chef stellato Matteo Metullio del Ristorante “La Siriola”  dell’Hotel Ciasa Salares di San Cassiano (BZ)


Sabato 7 novembre - ore 12.00 – Area Eventi padiglione 6
Intervista a cura del Gastronauta, Davide Paolini

Matteo Metullio nasce a Trieste il 3 marzo 1989 ed è  il più giovane chef stellato in Italia: la stella Michelin  l’ha conquistata nel 2013-14.  La passione per la cucina si manifesta già all’età di 11 anni e prosegue nella scuola alberghiera I.P.S.S.A.R. di Falcade (BL) e durante gli stages in alcuni ristoranti e hotel italiani. Esperienze decisive sono state quelle al Ristorante “Alle Codole” a Canale d’Agordo (BL), dove conosce lo chef Oscar Tibolla, bravissimo cuoco e persona di  grande spessore che insegna a Matteo il rispetto per la materia prima e quella al fianco dello chef Norbert Niederkofler del ristorante St. Hubertus presso l’Hotel Rosa Alpina di proprietà della Famiglia Pizzinini. Un’esperienza durata quasi 5 anni e considerata da Matteo come la più bella, significativa e costruttiva. Nella stagione invernale 2012/13 inizia a lavorare come Sous Chef di Fabio Cucchelli, nel Ristorante La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares di proprietà della Famiglia Wieser. Dopo soli 4 mesi,  conseguentemente alla decisione dello chef di spostarsi all’estero, a Matteo viene proposto di guidare la cucina stellata.  
 
La frase che rappresenta Matteo é: “no al km zero, sì al km vero”. Nel senso che la sua idea è di non fare una cucina legata esclusivamente al territorio nel quale opera, ma bensì una cucina a 360 gradi, dove l'utilizzo degli ingredienti sia sempre di grandissima qualità nel rispetto dei canoni della natura e del suo normale svolgersi, da allevamenti salvaguardati, etici e che rappresentino in modo vero il territorio di provenienza.

Intervistato da “Sette”, l’enfant prodige dell’Alta Badia critica la moda del chilometro zero ritenendola solo un espediente per aumentare i prezzi dei piatti. Anzi: con la schiettezza che lo contraddistingue, Metullio sostiene che le eccellenze bisogna andare a prendersele, anche se costa qualche chilometro!

Su questo punto si svilupperà l’incontro – intervista a GOOD nel corso della quale il giovane chef non mancherà di sottolineare come alle volte i ristoratori speculino sull’irrefrenabile dilagare della dicitura “chilometro zero” nei menu dei ristoranti e su come  risulti piuttosto difficile  garantire la qualità puntando soltanto sul “chilometro zero” perché si sa che ogni regione ha le sue specialità e se si vuole offrire il massimo al cliente bisogna saper attingere l’ingrediente giusto dal posto giusto….